Motobi 2C 125

Categoria:moto d'epoca

Anno: 1972
Prezzo: 990
Condizioni veicolo: Conservato
bretti
La Moto B, poi divenuta MotoBi, è stata una casa motociclistica italiana attiva dal 1950 al 1974. Dal 2009 il marchio è tornato sul mercato. Giuseppe Benelli, primo fondatore e riferimento tecnico dell'omonima casa di Pesaro, in seguito a disaccordi familiari circa l'indirizzo produttivo, nel 1949 decide di abbandonare l'azienda per iniziare un'attività in proprio da costruttore di auto e moto. A tal fine fonda la FAMOSA (acronimo di Fabbrica Auto Motocicli Officine Strada Adriatica). Nelle speranze di Giuseppe Benelli, la FAMOSA avrebbe dovuto essere la naturale evoluzione della BBC (acronimo di Beretta Benelli Castelbarco) che si proponeva di costruire automobili utilitarie sul prototipo progettato da Benelli. Dopo il veto posto da Vittorio Valletta, in breve tempo il sogno di costruire un'utilitaria che sfidasse le FIAT svanì, e la FAMOSA venne rinominata Moto B, avviando la produzione motociclistica. Il primo modello è la 98 B (1950), monocilindrica con motore a due tempi soprannominata "balestrino" a causa della sospensione posteriore a mezza balestra. Con la "B" inizia l'avventura MotoBi. Caratteristica della moto è il motore, la cui forma ricorda quella di un uovo. Nel 1952 alla B (portata nel frattempo a 125 cm³) viene affiancata la Spring Lasting, bicilindrica di 200 cm³ sempre a due tempi, nata per sfidare la Benelli Leonessa. La "Spring Lasting" vincerà anche una Milano-Taranto. Con il 1956 alle due tempi (Spring Lasting e la nuova Ardizio, quest'ultima erede delle "B") viene affiancata una serie di moto con motore a quattro tempi, sempre di forma ovoidale: la Imperiale con motore 125, e la Catria di 175 cm³ (i nomi erano ripresi da luoghi dei dintorni di Pesaro). Nel 1957 Giuseppe Benelli muore e gli succedono i figli Luigi alla direzione tecnica, supportato dal progettista Piero Prampolini, e Marco alla direzione commerciale. el 1959 la MotoBi si propose al mercato con propri scooter, il Picnic dotato di motore da 75cc 4 tempi che ebbe una discreta diffusione, successivamente anche con motore da 98 e 125 2 tempi. Contemporaneamente presenta un ambizioso 175 cm³ (motore derivato dal Catria), che invece non godette molta diffusione per via del costo elevato. Nel 1962 Benelli e MotoBi si riuniscono, mantenendo in produzione la gamma esistente. Con la fusione, la Benelli introduce nella propria produzione modelli innovativi, mentre la MotoBi può finalmente esportare all'estero i suoi modelli (in precedenza le modeste dimensioni rendevano questo impossibile). Primo prodotto del neonato gruppo Benelli-MotoBi è la Sprite 125-200 del 1963, che sostituisce le Imperiale e le Catria.



Richiedi maggiori info:


Name

E-Mail

Message

I agree privacy law italian Art. 13 DL 196/2003